×
Nonostante i costi di server e hosting,
il servizio di UkuleleAccordi è offerto gratuitamente.
Per favore disabilita Adblock per permetterci di andare avanti.
adblock

L'anno che verrà - Accordi per Ukulele

  • L'anno che verrà

    Lucio Dalla
    1979

    Suonata 5090 volte.
  • G

    Caro amico ti

    C

    scrivo co

    D7

    sì mi distraggo un

    G

    po'

    Em

    e siccome sei

    Am

    molto lontano più

    D7

    forte ti scrive

    G

    rò.

    D7

    G

    Da quando sei par

    C

    tito c'è una

    D7

    grossa novi

    G

    Em

    l'anno vecchio è fi

    Am

    nito ormai

    ma qual

    D7

    cosa ancora qui non

    G

    va.


    G

    Si esce poco la

    C

    sera comp

    D7

    reso quando è

    G

    festa

    Em

    e c'è chi ha messo dei

    Em

    sacchi di sabbia vi

    D7

    cino alla fi

    G

    nestra

    D7

    G

    e si sta senza par

    C

    lare per in

    D7

    tere setti

    G

    mane

    Em

    e a quelli che hanno

    Am

    niente da dire

    del

    D7

    tempo ne ri

    G

    mane.


    A

    Ma la televi

    D6

    sione ha

    E7

    detto che il nuovo

    A

    anno

    Gbm

    porterà una tras

    Bm

    formazione

    e tutti

    E7

    quanti stiamo già aspet

    A

    tando

    sarà tre volte Na

    D6

    tale e

    E7

    festa tutto il

    A

    giorno

    Gbm

    ogni Cristo scende

    Bm7

    rà dalla croce

    anche gli uc

    E7

    celli faranno ri

    A

    torno.

    Ci sarà da man

    D6

    giare e

    E7

    luce tutto l'

    A

    anno

    Gbm

    anche i muti po

    Bm

    tranno parlare

    mentre i

    E7

    sordi già lo

    F

    fanno.


    C

    E si farà l'a

    F6

    more o

    G7

    gnuno come gli

    C

    va

    Am

    anche i preti po

    Dm7

    tranno sposarsi

    ma sol

    G7

    tanto a una certa e

    C

    e senza grandi dis

    F

    turbi qual

    G7

    cuno spari

    C

    Am

    saranno forse i t

    Dm7

    roppo furbi

    e i cre

    G7

    tini di ogni e

    C

    tà.

    F

    C

    C7


    F

    Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti

    G

    dico

    e come sono con

    Em7

    tento

    di essere qui in questo mo

    E7

    mento

    vedi, vedi, vedi, vedi,

    F

    vedi caro amico cosa si deve inven

    G

    tare

    per

    G

    poterci ridere

    Em7

    sopra

    per continuare a spe

    E7

    rare.

    E se quest'anno poi pas

    F

    sasse in un istante

    F6

    G

    vedi amico mio

    G

    come diventa impor

    Em

    tante

    Em7

    che in questo istante ci sia anch'

    E7

    io.


    C

    L'anno che sta arri

    Dm7

    vando

    tra un

    G7

    anno passe

    C

    Am7

    io mi sto prepa

    Dm7

    rando

    è

    G7

    questa la novi

    C