×
Nonostante i costi di server e hosting,
il servizio di UkuleleAccordi è offerto gratuitamente.
Per favore disabilita Adblock per permetterci di andare avanti.
adblock

Lombardia - Accordi per Ukulele

  • Lombardia

    Suonata 886 volte.
  • Atter

    Am

    rati su in

    C

    Brianza come un

    G

    74

    Am

    7

    siam cres

    Am

    ciuti di nas

    C

    costo, come le

    G

    castagne mat

    Am

    te

    La regi

    F

    na Teodo

    G

    linda ci fa

    G

    ceva l'occhio

    Am

    lino

    ma noi

    Am

    irriconos

    D

    centi, non gli ab

    F

    biam

    G

    fatto l'in

    Am

    chino


    Impa

    Am

    rammo la chi

    C

    tarra per avere

    G

    un occas

    Am

    ione

    per

    Am

    paura di sentir

    C

    ci come un

    G

    mobile a Lis

    Am

    sone

    Poi ci

    F

    siamo traves

    G

    titi da

    G

    soldati di ven

    Am

    tura

    per cer

    Am

    care di

    D

    scalare ques

    F

    ta

    G

    ripida pia

    Am

    nura


    Lom

    Am

    bardi

    G

    a, com'è

    C

    facile volerti

    G

    male

    di sor

    Am

    risi non ne

    G

    fai e ti

    C

    piace maltrat

    G

    tare

    ma noi

    C

    siamo i figli

    G

    storti, nati

    F

    dentro un'oste

    Am

    ria

    e rius

    Am

    ciamo a res

    G

    pirare, pur es

    F

    sendo in Lom

    G

    bar

    Am

    dia


    A Mi

    Am

    lano costru

    C

    immo una gio

    G

    stra di cris

    Am

    tallo

    ma

    Am

    la pioggia di

    C

    monete l'ha dis

    G

    trutta sul più bel

    Am

    lo

    ripa

    F

    rammo nei quar

    G

    tieri dove

    G

    c'è peri

    Am

    feria

    perché

    Am

    sotto l'im

    D

    mondizia

    F

    sta

    G

    nascosta la ma

    Am

    gia


    E fu

    Am

    notte sempre

    C

    lunga, ub

    G

    riaca nei sob

    Am

    borghi

    impa

    Am

    rammo a cammi

    C

    nare con il

    G

    passo dei balor

    Am

    di

    il pro

    F

    fumo dell'as

    G

    falto ed il

    G

    nome dei col

    Am

    telli

    diven

    Am

    tammo spaz

    D

    zatura,

    F

    diventammo

    G

    molto

    Am

    belli.


    Lom

    Am

    bardi

    G

    a, com'è

    C

    facile volerti

    G

    male

    di sor

    Am

    risi non ne

    G

    fai e ti

    C

    piace maltrat

    G

    tare

    ma noi

    C

    siamo i figli

    G

    storti, nati

    F

    dentro un'oste

    Am

    ria

    e rius

    Am

    ciamo a vol

    G

    are, pur es

    F

    sendo in Lom

    G

    bar

    Am

    dia


    Quando

    Am

    venne l'u

    C

    ragano ci sor

    G

    prese sopra

    Am

    Lecco

    lo pren

    Am

    demmo per la

    C

    coda e lo fic

    G

    cammo dentro al sac

    Am

    co

    anche il

    F

    lago fu gen

    G

    tile, ci ha

    G

    svelato il suo mis

    Am

    tero

    con in

    Am

    cambio la pro

    D

    messa di

    F

    non raccon

    G

    tarlo in

    Am

    giro


    Abbiam

    Am

    preso qualche

    C

    stella dal

    G

    la notte berga

    Am

    masca

    mentre

    Am

    il diavolo

    C

    rideva gli fre

    G

    gammo la sua cru

    Am

    sca

    poi chie

    F

    demmo alla mon

    G

    tagna di

    G

    cantarci una can

    Am

    zone

    e nella

    Am

    valle sot

    D

    tostante

    F

    tutti

    G

    fecero l'a

    Am

    more


    Lom

    Am

    bardi

    G

    a, com'è

    C

    facile volerti

    G

    male

    di sor

    Am

    risi non ne

    G

    fai e ti

    C

    piace maltrat

    G

    tare

    ma noi

    C

    siamo i figli

    G

    storti, nati

    F

    dentro un'oste

    Am

    ria

    e rius

    Am

    ciamo a res

    G

    pirare, pur es

    F

    sendo in Lom

    G

    bar

    Am

    dia


    Abbiam

    Am

    fatto la scom

    C

    messa di

    G

    una vita rattop

    Am

    pata

    come

    Am

    quando giochi il

    C

    due nella

    G

    briscola chia

    Am

    mata

    non ci

    F

    provoca ver

    G

    gogna la

    G

    volgarità o il bac

    Am

    cano

    perché

    Am

    anche l'oc

    D

    chio pesto

    F

    può vedere

    G

    assai lon

    Am

    tano


    Quindi

    Am

    non ci biasi

    C

    mare se non

    G

    siamo rive

    Am

    renti

    é dif

    Am

    ficile parlare

    C

    con in boc

    G

    ca il para

    Am

    denti

    Se non

    F

    puoi volerci

    G

    bene facci

    G

    almeno compag

    Am

    nia

    Tanto

    Am

    sai dove tro

    D

    varci...

    F

    buona

    G

    notte Lombar

    Am

    dia